La Storia della Menta Ferrero

 


Ferrero Andrea classe 1960, oggi imprenditore di successo, dopo studi economici ed una vita spesa professionalmente in Italia e nel mondo nel 2014 vende le sue aziende e, ritornato al paese d'origine della famiglia paterna, riassapora antichi sapori e calde atmosfere.


Nell'incontro con gli anziani contadini della zona, facilitato dall'ultimo zio ultra settantenne rimasto, riscopre le origini della famiglia e decide di recuperare l'eccezionale storia di quelle terre dove nei secoli l'attività contadina si è molto concentrata nella coltivazione delle piante officinali ed in particolare della menta (la quasi totalità della produzione nazionale d'eccellenza proviene da un territorio che conta poco più di 3.000 abitanti!).

     


 


Il complesso procedimento di coltivazione della pianta e della successiva estrazione dell'essenza non può prescindere dalla presenza di un particolare microclima e di alcune specifiche caratteristiche morfologiche del terreno presenti solo in questa zone (sui terreni, oggi coltivati  passava il fiume Po sino al XVI sec).


Molti sono gli utilizzi di questa meravigliosa pianta ed in particolare la preziosa qualità "piperita" è utilizzata nella produzione delle migliori caramelle del mondo, nell'aromatizzazione di famose bevande e sciroppi, nonché nella quasi totalità dei cosmetici di alta gamma al profumo di menta, ed in molte preparazioni farmaceutiche con proprietà analgesiche, antinevralgiche e decongestionanti.

 

 

 

 


 

 

<--- Bisnonno Giuseppe (1872 - 1927)

<--- Nonno Michele Cavaliere di Vittorio Veneto (1899 - 1972)


Per questa ragione già bisnonno Giuseppe Ferrero prima e nonno Cav. di Vittorio Veneto Michele Ferrero dopo, entrambi nella foto della primavera del 1923, già si occupavano di questa attività tanto che ancora oggi il simbolo del paese è l'alambicco.

     
 


 

Grazie all'impegno della Scuola Agraria Salesiana, autentico fiore all'occhiello del paese da oltre 100 anni, (fu fondata da Don Rua, primo successore di Don Bosco, nel 1901) uno strumento d'epoca è oggi in esposizione all'ingresso sud del paese.

L'alambicco esposto certifica la vocazione del territorio al trattamento delle erbe officinali ed illustra con chiarezza la procedura necessaria all'estrazione dell'olio essenziale dalla menta con il tradizionale metodo della distillazione ad acqua.
     
 


 

Il ritrovamento di un'antica ricetta ha dato il via all'idea di produrre, secondo il metodo tradizionale, una bevanda con forte potere digestivo il cui nome non poteva che essere "Menta Ferrero" in onore alla centenaria storia della famiglia.


Sapienti ed esperti artigiani miscelano ancora oggi con maestria alcool purissimo, zucchero grezzo, acqua ed estratto di menta nelle giuste proporzioni per rendere morbido ed omogeneo il prodotto finale e donargli un sapore fresco, dissetante e gradevolmente digestivo.


Gustate "Mentaferrero" fresca dopo qualche ora di freezer e buon divertimento.


 

La Storia...

Mentaferrero™ ist ein piemontesischer Traditionslikör aus ätherischem Pfefferminzöl. Sein mäßiger Alkoholgehalt macht ihn für alle Erwachsenen gut trinkbar. Er ist ein ausgezeichneter Digestif, eignet sich aber auch für die Zubereitung ...weiter lesen--->